via Venezia Giulia 1, 20900 Monza (MB) - C.F. 94630260159

Yoga

HATHA YOGA

 
Il termine “Hatha” deriva dalla fisione della parola Sole (Ha) con Luna (Tha); questa tipologia di Yoga, infatti, ha come obiettivo il raggiungimento dell’equilibrio psicofisico attraverso l’armonia degli opposti.
 
Nell’Hatha Yoga il corpo, mediante l’esecuzione di posizioni specifiche (“asana”), diviene un mezzo per raggiungere il proprio vero Sé e controllare i propri pensieri.
 
Imparando a regolare il respiro, a canalizzare l’energia (“prana”) e a muoversi con elasticità, si crea la giusta sintonia tra corpo, mente e spirito. La pratica aiuta a diminuire lo stress, regola l’umore e i ritmi biologici, donando vitalità e benessere.
 
Corso adatto a tutti, che non richiede abilità tecniche né prevede limiti di età.
 
 
 
 
 
 

ASHTANGA VINYASA YOGA

 
Ashtanga Yoga, secondo l’insegnamento di Shri K. Pattabhi Jois (1915-2009) è una pratica dinamica in cui il respiro viene sincronizzato con il movimento (Vinyasa).
 
E’ basata su una serie definita e progressiva di posture (asana), che vengono apprese gradualmente, fino a quando il praticante sarà in grado di eseguire le serie autonomamente (Mysore Style). Ashtanga significa “otto passi” e si fonda idealmente sugli Yoga Sutra di Patanjali.
 
L’Ashtanga è in grado di aprire ‘porte’ che guidano ben oltre la dimensione fisica, verso uno stato di conoscenza di sé senza pari: la comprensione della propria emotività, il superamento dei limiti che la nostra mente ci impone e l’accettazione della propria fisicità sono solo alcune esperienze che si posso vivere con questa intensa e avvincente pratica.
 
La pratica dell’Ashtanga Yoga è suddivisa in tre gruppi di sequenze, da studiare e sviluppare con costanza. Attualmente, andiamo ad affrontare e ad apprendere gradualmente la Prima Serie che rientra nel contesto dello Yoga Chikitsa, cioè lo Yoga Terapeutico: aiuta ad allineare tutto il corpo, purificare l’organismo, detossinandolo, e a migliorarne la flessibilità. Mediante la pratica, riusciremo ad entrare nelle diverse posture con consepevolezza e profondità, ricavandone grandi benefici.
 
 
 
 
 
 

YIN YOGA

 
In un mondo sempre più frenetico, dinamico e “muscolare”, lo Yin Yoga si propone come una pratica in controtendenza.
 
Si tratta, infatti, di uno Yoga di origine taoista che, come dice il nome stesso, si concentra sul lato più “yin” di noi stessi: la parte più calma, statica, nascosta, accogliente che, dal punto di vista fisico, interessa il tessuto connettivo, i tendini e i legamenti, cioè le componenti dure del corpo, più lente da mobilizzare. 
 
Lo Yin Yoga mantiene a lungo gli asana (almeno 5 minuti), sfruttando il peso e le leve del corpo, mantenendo i muscoli rilassati. Si impara così l’importante arte del lasciare andare, della pazienza, del sapere abbadonarsi, lasciando lavorare in profondità le posture.
 
 
 
 
 
 

KUNDALINI YOGA

come insegnato dal maestro Yogi Bhajan
 
Il Kundalini Yoga è una pratica millenaria a lungo tramandata da maestro ad allievo. Viene diffusa su larga scala da Yogi Bhajan negli anni Sessanta, riscuotendo un grande successo per sua capacità di incorporare gli aspetti fisico, mentale e spirituale dello yoga in un sistema coeso e integrato.
 
Il termine Kundalini deriva dalla parola sanscrita “Kundal”, tradotta come “ricciolo dell’amato” e si rifà alla rappresentazione dell’energia Kundalini (un serpente arrotolato tre volte su se stesso, che giace dormiente alla base della colonna vertebrale). Il Kundalini Yoga insegna infatti a trasformare questa riserva di energia potenziale in forza creativa che si esprime nella vita di tutti i giorni.
 
Ogni lezione è incentrata sui Kriya, ovvero sulla combinazione sequenziale di esercizi fisici e mentali. La pratica è adatta a tutti e contribuisce ad equilibrare il sistema ghiandolare e a rinforzare il sistema nervoso. A livello sottile, dona pace, benessere, creando armonia tra gli opposti.
Le date (A.A 2018/19):
– 18 settembre
– 2 ottobre
16 ottobre
– 30 ottobre
– 13 novembre
– 27 novembre
– 11 dicembre
 
 
 
 
 
 

MEDITAZIONE

 
Che cos’è la meditazione? E come si arriva a meditare, svuotando la mente da qualsiasi pensiero?
 
Durante lo spazio di approfondimento del giovedì sera proveremo ad intraprendere l’inizio di questo cammino e ad apprezzare i risvolti positivi che la meditazione porta nella nostra vita, sia da un punto di vista pratico che fisico e spirituale.
Sarà un percorso graduale ed esperienziale, attraverso meditazioni guidate, utilizzo di mandala, mantra e l’aiuto prezioso dei mudra.
 
 
 
 
 
 

YOGA BIMBI (6/10 ANNI)

 
Lo yoga ha lo scopo di valorizzare il bambino, facendo fiorire le sue innate qualità e i suoi talenti in maniera allegra e giocosa. Al tempo stesso, trasmette ai bambini valori importanti di cui il nostro mondo ha estremo bisogno.
 
Le lezioni sono strutturate come un mix di gioco, divertimento e concentrazione, sempre basato sull’esecuzione di posizioni classiche dello yoga o sull’apprendimento di tecniche di respirazione e meditazione.
 
Lo yoga aiuta i bambini a sviluppare il rispetto per se stessi e per gli altri e a rafforzare l’autostima. Nello yoga non c’è competizione, non c’è giusto o sbagliato, l’importante è impegnarsi, divertirsi e rispettare le regole del gioco. Così facendo, si insegna a giudicare e giudicarsi di meno, capendo che siamo tutti simili ma anche tutti diversi gli uni dagli altri, e ad apprezzare questo fatto. Ciò diminuisce stress, insicurezze e timidezza.
 
Dall’altro lato, i momenti di concentrazione e rilassamento sono molto importanti per i bambini sempre attivi e irrequieti, perché li aiutano a calmarsi e a portare le energie verso l’interno.
 
Lo yoga è anche un ottimo esercizio fisico per i bimbi: si utilizzano tutti i muscoli del corpo, si allena l’equilibrio, la flessibilità, la coordinazione, la forza e si controlla il respiro. Perciò è ottimo per i bambini che già praticano uno sport, ma anche per far muovere i bimbi più sedentari. 
Condividi su: