fbpx

HATHA YOGA PER TUTTI

Il termine “Hatha” deriva dalla fisione della parola Sole (Ha) con Luna (Tha); questa tipologia di Yoga, infatti, ha come obiettivo il raggiungimento dell’equilibrio psicofisico attraverso l’armonia degli opposti.
 
Nell’Hatha Yoga il corpo, mediante l’esecuzione di posizioni specifiche (“asana”), diviene un mezzo per raggiungere il proprio vero Sé e controllare i propri pensieri.
 
Imparando a regolare il respiro, a canalizzare l’energia (“prana”) e a muoversi con elasticità, si crea la giusta sintonia tra corpo, mente e spirito. La pratica aiuta a diminuire lo stress, regola l’umore e i ritmi biologici, donando vitalità e benessere.
 
Corso adatto a tutti, che non richiede abilità tecniche né prevede limiti di età.

gli insegnanti:

Paolo De Stefano
Morgan Calcagno
Barbara Valaguzza

HATHA YOGA approfondimento

Corso di Hatha Yoga che ha l’obiettivo di approfondire sia la pratica delle asana sia gli aspetti filosofici e meditativi dello Yoga.

Si andranno a sperimentare e studiare posizioni di livello intermedio-avanzato, consentendo agli allievi di progredire nella propria pratica personale.

Vivremo lo Yoga in senso profondo, seguendo gli insegnamenti dei testi tradizionali e approfondendo le valenze spirituali di questa antichissima disciplina.

Corso adatto a chi pratica Yoga da almeno due anni e desidera crescere nella pratica.

L'INSEGNANTE:

Costanza Maria Vittoria Motta

Ashtanga vinyasa yoga

Ashtanga Yoga, secondo l’insegnamento di Shri K. Pattabhi Jois (1915-2009) è una pratica dinamica in cui il respiro viene sincronizzato con il movimento (Vinyasa).
 
È basata su una serie definita e progressiva di posture (asana), che vengono apprese gradualmente, fino a quando il praticante sarà in grado di eseguire le serie autonomamente (Mysore Style). Ashtanga significa “otto passi” e si fonda idealmente sugli Yoga Sutra di Patanjali.
 
L’Ashtanga è in grado di aprire ‘porte’ che guidano ben oltre la dimensione fisica, verso uno stato di conoscenza di sé senza pari: la comprensione della propria emotività, il superamento dei limiti che la nostra mente ci impone e l’accettazione della propria fisicità sono solo alcune esperienze che si posso vivere con questa intensa e avvincente pratica.
 
La pratica dell’Ashtanga Yoga è suddivisa in tre gruppi di sequenze, da studiare e sviluppare gradualmente.

LE INSEGNANTI:

Costanza Maria Vittoria Motta
Cinzia Savino

yoga bimbi (6/10 anni) e preadolescenti (11/13 anni)

Lo yoga ha lo scopo di valorizzare il bambino, facendo fiorire le sue innate qualità e i suoi talenti in maniera allegra e giocosa. Al tempo stesso, trasmette ai bambini valori importanti di cui il nostro mondo ha estremo bisogno.
 
Le lezioni sono strutturate come un mix di gioco, divertimento e concentrazione, sempre basato sull’esecuzione di posizioni classiche dello yoga o sull’apprendimento di tecniche di respirazione e meditazione.
 
Lo yoga aiuta i bambini a sviluppare il rispetto per se stessi e per gli altri e a rafforzare l’autostima. Nello yoga non c’è competizione, non c’è giusto o sbagliato, l’importante è impegnarsi, divertirsi e rispettare le regole del gioco. Così facendo, si insegna a giudicare e giudicarsi di meno, capendo che siamo tutti simili ma anche tutti diversi gli uni dagli altri, e ad apprezzare questo fatto. Ciò diminuisce stress, insicurezze e timidezza.
 
Dall’altro lato, i momenti di concentrazione e rilassamento sono molto importanti per i bambini sempre attivi e irrequieti, perché li aiutano a calmarsi e a portare le energie verso l’interno.
 
Lo yoga è anche un ottimo esercizio fisico: si utilizzano tutti i muscoli del corpo, si allena l’equilibrio, la flessibilità, la coordinazione, la forza e si controlla il respiro. Perciò è ottimo per i bambini che già praticano uno sport, ma anche per far muovere i bimbi più sedentari. 
 
I corsi sono strutturati su due fasce d’età: 6/10 anni e 11/13 anni (preadolescenti).

L'INSEGNANTE:

Margherita Corradi

yoga mamma-bambino

Lo Yoga Mamma-Bambino è molto efficace per la ripresa post parto, la riabilitazione del pavimento pelvico e per la ricerca di un nuovo equilibrio con l’arrivo del bebè .

Mediante la pratica condivisa con il proprio piccolo, si ha la possibilità non solo di svolgere un’attività atta a ripristinare i propri ritmi progressivamente e senza sforzi ma anche di rafforzare l’unione tra madre e figlio fortificando il legame a livelli più sottili.

Inoltre, è un’occasione di condivisione con altre neo mamme in un ambiente rilassante e contenuto.

Adatto sin dal primo mese del neonato e dopo il puerperio e fino al 12° mese compiuto.

L'INSEGNANTE:

Monica Lunghi

yoga in gravidanza

Praticare Yoga in gravidanza aiuta la futura mamma ad affrontare questo delicato momento della vita in molti modi. Aiuta innanzitutto a portare calma nella mente affollata dai tanti dubbi e paure che scaturiscono durante la gestazione e aumenta il contatto e la percezione del corpo che sta cambiando.

La pratica porterà la donna in attesa a sentirsi più fiduciosa, forte, serena e consapevole.

Praticare Yoga in gravidanza significa anche migliorare la qualità del respiro, sostenere e rinforzare il pavimento pelvico, migliorare la postura e alleviare fastidi e dolori muscolari soprattutto alla schiena. Migliora la qualità del sonno, riduce ansia e stress, aumenta la flessibilità e la resistenza dei muscoli che saranno coinvolti nel parto.

Ma soprattutto praticare Yoga in gravidanza significa dedicarsi preziosi momenti di relax e connessione con il bimbo che cresce in grembo.

L'INSEGNANTE:

Monica Lunghi

meditazione

Che cos’è la meditazione? E come si arriva a meditare, svuotando la mente da qualsiasi pensiero?
 
Durante lo spazio di approfondimento del giovedì sera proveremo ad intraprendere l’inizio di questo cammino e ad apprezzare i risvolti positivi che la meditazione porta nella nostra vita, sia da un punto di vista pratico che fisico e spirituale.
 
Sarà un percorso graduale ed esperienziale, attraverso meditazioni guidate, utilizzo di mandala, mantra e l’aiuto prezioso dei mudra.

LE INSEGNANTI:

Donatella Forlani
Rosanna Papini

Contenuto della scheda

pilates matwork

Il Pilates è un sistema di allenamento volto a sviluppare l’elasticità, la flessibilità e il tono di tutto il corpo.
 
Eseguito a corpo libero o con l’ausilio di piccoli attrezzi, quali miniball, elastici, fitball e ring, permette di tonificare e modellare in modo efficace la parte centrale addome, glutei e gambe, senza tralasciare però le braccia e la parte alta del corpo.
 
Lavorando con il controllo della respirazione e favorendo l’allungamento muscolare, è l’attività ideale per chi vuole non solo tenersi in forma, ma anche ottenere benessere per la schiena e la postura.
 
Il metodo Pilates è una ginnastica posturale che unisce aspetti di discipline fisiche occidentali a quelle orientali, come lo Yoga.
 
Il suo inventore, Joseph Pilates (1883-1967), di origine tedesca, creò una serie di esercizi basati su respirazione, concentrazione, allineamento posturale, fluidità dei movimenti, equilibrio e rilassamento.
 
Nel 1926 si trasferì a New York dove aprì una palestra e propose il suo metodo, inizialmente chiamato “Contrology”. Ben presto divenne ricercato da celebri ballerini classici che, sottoponendo il proprio corpo ad esercizi quotidiani spesso caratterizzati da posture leggiadre ma poco naturali, soffrivano di dolori o strappi che dovevano guarire nel più breve tempo possibile.
 
George Balanchine e Marta Graham mandarono molti dei loro ballerini da Pilates e seguirono essi stessi il metodo.
 
Lezione di 60 minuti adatta a tutti.

L'INSEGNANTE:

Valentina Iannibelli

Tai chi chuan

Il Tai Chi è meditazione e arte in movimento.
 
Le sue origini, avvolte nella leggenda, si collocano intorno al 1270 d.C. e la famiglia Yang ne attribuisce la provenienza all’Immortale taoista Chang San Feng che dedicò la sua vita alle arti marziali.
 
Oltre all’aspetto prettamente marziale, il Tai Chi si caratterizza per l’aspetto “civile”, ovvero per la capacità di trasmettere armonia, benessere, equilibrio ai suoi praticanti.
 
Infatti, man mano che la pratica diviene fluida e i movimenti iniziano ad essere appresi, si entra in contatto profondo con se stessi e si esperisce il profondo aspetto energetico che contraddistingue la disciplina.

L'INSEGNANTE:

Marina Gaboardi

danza classica indiana - bharatanatyam

Bharatanatyam è uno degli stili classici dell’India, una danza unica nel suo genere per l’uso completo di tutte le parti del corpo che donano splendidi avvicendamenti di forme geometriche, forgiate dai piedi nudi al suolo che fanno scaturire movimenti armonici e pose maestose.
 
Caratterizzata da un controllo di tutta la muscolatura, una sorta di yoga in movimento, Bharatanatyam è conosciuta per gli intricati giochi ritmici e per la capacità di farsi teatro di narrazione dove il danzatore diventa a sua volta i personaggi che interpreta, così come i luoghi che descrive o i sentimenti che incarna.
 
Lo studio di questa antica e ancora molto viva disciplina, parte dal lavoro sul corpo per arrivare all’espressività. Il metodo è dunque quello tradizionale indiano, arricchito tuttavia di alcuni accorgimenti. La lezione inizia e termina col namaskara, il saluto di rispetto rivolto alla terra, agli dèi, insegnanti ed infine a tutti i presenti. Il riscaldamento è necessario per preparare il corpo ed è propedeutico ai passi che verranno esaminati durante la lezione.
 
Terminato il riscaldamento si iniziano a praticare le varie “famiglie” di passi, detti “adavu”: coordinazione, ritmo, linee e spazio. Una volta che l’allievo è in grado di padroneggiare in maniera discreta le principali famiglie di passi si passa all’insegnamento delle coreografie. Si parte da brani di danza pura (“nritta”) e da “sloka” (brevi versi in lingua sanscrita che sovente descrivono ed invocano le divinità), per poi cimentarsi con l’”abhinaya”, ossia l’arte dell’espressività, fino alle coreografie con tematiche profonde e sequenze ritmiche complesse. Sul finire della lezione vengono insegnate le “mudra”, ossia l’alfabeto gestuale delle mani utilizzato nella danza e si sperimenta qualche semplice esercizio di solfeggio ritmico cantato.
 
Durante le lezioni vengono altresì date informazioni su miti e simboli indiani e spunti di riflessione su svariati aspetti della cultura del Subcontinente.
 
Lucrezia segue il metodo di insegnamento della scuola Bharata Choodamani di Chennai diretta dal suo maestro Adyar K Lakshman.
 
I corsi di Amritam Yoga Studio fanno parte del circuito dell’Accademia Sangam, dando la possibilità a chi lo desidera di frequentare un percorso strutturato e professionalizzante.

LE INSEGNANTI:

Lucrezia Maniscotti
Livia Franzoso

scambi reiki

Reiki è un’antica arte Giapponese per il riequilibrio energetico che può essere appresa da tutti, poiché tutti possono prendere tra le mani la propria vita e ricominciare a rispettare se stessi ed i propri bisogni.
 
Reiki è una parola che nasce dall’unione di Rei: energia universale e da KI: energia vitale – individuale.
 
Reiki agisce a livello fisico, emozionale, mentale, spirituale, allo scopo di ricreare l’originale armonia e stimolare la guarigione umana consentendo all’organismo di mantenere attive le sue naturali forze di salute.
 
Con il primo livello Reiki vengono riaperti, puliti, i canali che permettono all’energia di scorrere attraverso noi.
 
Grazie a questo rinnovato fluire, attraverso le mani (dove si attivano i Chakra posti al centro dei palmi) l’Energia Vitale Universale può essere donata a se stessi e a tutti gli esseri viventi che ne sentono il bisogno.
 
Le serate di scambio Reiki sono un lavoro di gruppo aperto a tutti i praticanti di ogni livello o scuola e a tutte le persone che sono interessate al benessere psico-fisico e ad iniziare un percorso di crescita personale.
 
Oltre al Reiki, si pratica meditazione, tecniche di respirazione, esercizi di gruppo, argomenti di teoria specifici e approfondimenti.
 
Le serate, oltre ad essere un punto di riferimento, sono un’opportunità per confrontarsi, discutere, sperimentare e dare continuità al lavoro individuale incontrando altri operatori.

L'INSEGNANTE:

Rosanna Papini
  • 3440486690
  • info@amritamyogastudio.it
  • via Venezia Giulia 1 - 20900 Monza (MB)

Amritam APS - C.F. 94630260159 © All rights reserved